A Viareggio un punto e tanto rammarico

In foto il gol di Schetter a Viareggio
In foto il gol di Schetter a Viareggio

Lo digeriranno assai mal volentieri, Viareggio e Cavese, l’1-1 che, alla resa dei conti, scontenta tutti e non serve a nessuno. Perché il Viareggio rimane impantanato nelle sabbie mobili dei playout, mentre la Cavese rimane ancora ultima, anche se le speranze di riagganciare il Foligno, attualmente penultimo, restano alte, considerato che tra le due squadre la distanza è di soli 2 punti.
L’inizio di gara degli uomini di Melotti non è propriamente esaltante. Il Viareggio, schierato dal tecnico Scienza con il 4-4-2, si fa infatti pericoloso con Bocalon al 21’: l’attaccante tenta una rovesciata dopo essersi alzato il pallone, Pane para. Due minuti dopo, ancora il Viareggio pericoloso dalle parti di Pane: punizione di Luppi, sponda di testa di Massoni e Taormina si vede respingere la conclusione da un difensore, la palla giunge poi fra le braccia del portiere ospite, attento nella circostanza. La prima occasione di marca campana arriva al 35’: Alfano crossa dalla destra per Camillo Ciano, che devia di poco a lato. Tre minuti dopo il Viareggio protesta per un dubbio atterramento in area Cavese, ma l’arbitro lascia correre. Il primo tempo sembra avviato a concludersi senza gol. Al 42’, però, Schetter come un rapace aggancia un pallone deviato da Kras e fulmina Pinsoglio. Passa solo un minuto e questa volta a prendersi le luci della ribalta è Pane: Kras si gira, fa partire un poderoso tiro diretto sotto l’incrocio dei pali ed il portiere campano devia in angolo.
Il duello si ripropone in avvio della seconda frazione, col portiere che stavolta blocca in presa alta. I ritmi calano, con una Cavese che non spinge più di tanto ed un Viareggio totalmente assente in fase di costruzione, con un gioco basato prevalentemente sui lanci lunghi. La nuova svolta, che segnerà definitivamente il risultato della partita, arriva al 38’: Massoni viene steso in area da Piscitelli e per l’arbitro ci sono gli estremi per assegnare il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta il capitano bianconero Fiale, che trasforma con freddezza, spiazzando Pane. Da lì in poi nulla più, lo spazio più che dalle azioni di gioco viene preso dalle sostituzioni operate dai due allenatori, in cerca di migliorare un risultato che comunque non sarebbe più cambiato. La gara si conclude dopo 5 minuti di recupero con un pareggio che non accontenta nessuna delle squadre, ancora pienamente coinvolte nel turbinio della zona retrocessione. E per la Cavese domenica prossima ci sarà un ostacolo alquanto duro da superare: al “Simonetta Lamberti”, infatti, arriverà il Benevento, seconda forza del campionato.

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl