Andria Bat..te Cavese, decide Minesso

Foto de la Città
Foto de la Città
Alla fine, l’occasione per salvare la stagione, la Cavese l’avrà lo stesso. Domenica prossima, al “Simonetta Lamberti”, le basterà, infatti, battere il Foligno per agganciare il treno dei play-out e giocarsi tutte le carte nel doppio spareggio. Da Andria, tuttavia, la squadra di Dellisanti è tornata leccandosi le ferite lasciate da una gara condotta per larghi tratti e persa per una distrazione fatale nei minuti finali della prima frazione.
Il gol di Minesso, giovane talento scuola Vicenza, al minuto 43’ ha punito oltremisura una squadra volitiva e ordinata, colpita nel momento migliore della gara, quando l’Andria - partita lancia in resta, ma impalpabile dalla trequarti in avanti - le aveva addirittura lasciato il pallino del gioco in mano.
Dieci minuti è durato il fuoco incrociato dei pugliesi. Il tempo di protestare per un presunto tocco di mano di Cipriani in area (4’) e di calciare un innocuo pallone dalla distanza con Coletti (9’). Poi al 16’ il lampo di Camillo Ciano è quasi ferale per Spadavecchia, che risponde in maniera maldestra, Schetter, però, non trova il bersaglio grosso sulla respinta.
Non fa meglio Minesso, sei minuti più tardi, calciando a fondo campo quasi un rigore in movimento.
Il lampo dell’Andria è un sussulto isolato. La Cavese c’è e poco dopo con il solito Camillo Ciano colpisce un clamoroso palo direttamente su punizione.
La svolta della gara arriva al 33’: Degli Schiavi è costretto a sostituire l’infortunato Berretti con Carretta. Il nuovo entrato si sistema a destra nella zona di Piscitelli, Minesso diventa il suggeritore alle spalle di Del Core. La mossa, involontaria quanto decisiva, dà i suoi frutti a due minuti dallo scadere del tempo: Carretta pennella il cross, Del Core di testa chiama Pane alla respinta incerta, Minesso sotto porta non perdona.
Lo svantaggio è una mazzata, ma la momentanea vittoria del Benevento a Foligno attutisce il colpo.
La ripresa è un monologo aquilotto. Dellisanti passa al 4-3-3 puro (nel finale addirittura proporrà il 4-2-4). L’Andria arretra, rinuncia alle ripartenze e mostra inattese paure. Sono almeno cinque le palle-gol che potrebbero regalare il pareggio, ma prima la traversa dice no al colpo di testa di Sirignano (57’); poi Alfano non centra la porta da pochi passi, sugli sviluppi di un corner. Schetter chiama alla respinta di piedi Spadavecchia allo scoccare della mezz’ora; un minuto dopo è il neo entrato Fazio ad anticipare Turienzo lanciato da un perfetto cross di Bacchiocchi. Nel finale è ancora Schetter a provare la conclusione volante sulla sponda di Turienzo, ma mira e forza non sono delle migliori.
Finisce con l’Andria in festa e la Cavese a capo chino.
Il pareggio del Benevento a Foligno, tuttavia, lascia i giochi aperti.
Per i play-out c’è ancora una chance.
L’ultima.

Nunzio Siani

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl