Cavese sempre più sola

L’ultima vittoria della Cavese è datata 12 dicembre 2010: i metelliani, sul cui capo pende la spada di Damocle dei ben 7 punti di penalizzazione, si erano imposti a Foligno, ma dopo quella trasferta gli aquilotti hanno rimediato la miseria di 2 punti in 4 partite e sono ultimi dopo 20 giornate di campionato, cosa che non accadeva da troppo tempo.
Anche il patron della Cavese, Giuseppe Spatola, si dice rammaricato durante un intervista ad un sito locale.

Presidente, quanto l’ha delusa la Cavese vista domenica? «E’ una delusione un po’ globale, perché non riguarda solo il risultato. La squadra ha dimostrato ancora una volta di non essere capace di gestire il punteggio». Ha altro di cui essere preoccupato? «Sì, in particolare la scarsa presenza dei tifosi. Contro il Gela erano poco più di mille ed è un dato scoraggiante. La squadra in questo momento ha bisogno del calore del proprio pubblico. E’ vero che non è stata una giornata di sole, ma se si ama la squadra si ama anche con le intemperie, non solo quando c’è una giornata primaverile per prendere un po’ di sole».
State valutando anche la situazione di mister Marco Rossi? «Qui pensiamo a tutto, incominciando da me. Ormai, più si va avanti, più il cammino si fa tortuoso». Altre scadenze da tenere in conto? «Anzitutto ci adopereremo per ottenere uno sconto di penalizzazione in classifica rispetto ai 7 punti che ci sono stati tolti, poi credo che dovremo fortificare un po’ la squadra. Per il resto, ci vorrà tanto coraggio per andare avanti. Avremo una scadenza il prossimo 14 febbraio e non è una cosa facile far fronte a questa esigenza».
Dunque, oggi più di prima c’è bisogno di un aiuto? «Sì. Fin dal primo giorno dico che le porte della Cavese sono sempre aperte, ma, nonostante gli inviti e la buona volontà di accoglimento, nessuno si fa avanti. Questo dà amarezza, ma può darsi che da un giorno all’altro possa esserci qualche novità. Comunque, non bisogna mai mettere i piedi davanti alla provvidenza». Tornando all’aspetto tecnico, abbiamo appreso delle molte lamentele dei tifosi, che hanno soprattutto nel mirino mister Marco Rossi. Perché secondo lei si mette in discussione un allenatore che ha un alibi inattaccabile come la penalizzazione di 7 punti? «Noi siamo tutti in discussione, dal primo all’ultimo. Al di là dei punti conquistati sul campo, comunque dobbiamo fare altri punti e ci dobbiamo salvare. Certamente qualche punto lo abbiamo perso per strada. Se andiamo avanti su questo rendimento, sicuramente non ci salviamo».
Come ha giudicato l’espulsione di Schetter? «Sono rimasto sorpreso. Probabilmente il calciatore era un po’ agitato: fisicamente non era stato bene durante la settimana, ci teneva a fare bella figura. Speriamo che la squalifica di Schetter non sia troppo lunga». E’ il Barletta l’unica squadra su cui fare la corsa? «L’unica cosa a cui aggrapparci è la speranza».

 

Share

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl