La ricetta di Dellisanti

©foto di Michele Sica/TuttoCavese.jimdo.com
©foto di Michele Sica/TuttoCavese.jimdo.com

E’ sufficiente pareggiare per la Cavese ad Andria, ma sarebbe molto importante anche vincere. Assolutamente proibito perdere, specialmente se dovessero riuscire a conseguire i tre punti Viareggio e Foligno. E’ questo il leit-motiv che deve accompagnare fino a domenica la squadra di Dellisanti, che al “Degli Ulivi” avrà a che fare con un avversario ostico ed obbligato a giocarsi la partita della vita per non rimanere in zona playout.
Franco Dellisanti, l’allenatore dei metelliani, ha lavorato molto sulla mentalità per presentare una Cavese perfetta in fase di contenimento e cinica in attacco. «Non è tanto fondamentale il fatto di impiegare più attaccanti per essere offensivi - ammette il tecnico tarantino - Il discorso è principalmente basato sulla mentalità. Quello che conta è la razionalità: con il 4-3-3 se ho una punta centrale e due esterni d’attacco, ai quali chiedo di rientrare in fase di non possesso palla, il modulo diventa 4-5-1. Con gli stessi uomini senz’altro si possono fare quegli accorgimenti che servono anche fuori casa».
Eccoci alla partita di Andria: per Dellisanti l’impegno è più difficile anche perché lontano dal “Simonetta Lamberti”. «Quando si gioca in trasferta è tutto diverso rispetto alle partite in casa per un fattore ambientale, con il pubblico e l’ambiente che sono determinanti, ma ai miei giocatori chiedo di cercare di non snaturare le proprie caratteristiche. Anche fuori casa si deve giocare senza paura e non avere un atteggiamento remissivo. E’ chiaro che dal punto di vista tattico bisogna attuare degli accorgimenti, perché non si può andare lì ad Andria e pensare di attaccare in massa. Ci vuole equilibrio».
Equilibrio che non potrà fornire Bruno Di Napoli, squalificato ieri dal giudice sportivo per un turno. «Sicuramente la squalifica di Di Napoli è una perdita importante - commenta il tecnico - ma all’interno del nostro organico c’è chi potrà sopperire».
Ieri pomeriggio la Cavese ha lavorato al “Simonetta Lamberti” con tutti i suoi effettivi ed anche il centrale difensivo Troise è apparso in crescita: se continuerà a migliorare, potrebbe davvero rientrare fra i convocati per Andria, anche se non al cento per cento. Oggi ci sarà, invece, una doppia seduta e domani un’amichevole, nel corso della quale il tecnico Dellisanti valuterà uno fra Bacchiocchi, Citro e Zampa per la sostituzione dello squalificato Di Napoli.
A proposito di provvedimenti disciplinari, la Cavese ha ricevuto una multa di 1.500 euro per accensione di fumogeni e bengala da parte dei suoi tifosi, ma soprattutto il Foligno ha perso il suo rifinitore Matteo Cavagna per due turni, dunque all’ultima giornata a Cava non ci sarà.

 

La Città

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl