Le strategie di Rossi

Benché la prossima domenica per la Cavese sia di sosta, la concentrazione della squadra di Marco Rossi è già rivolta all’impegno contro la Ternana. L’imperativo per la squadra aquilotta deve essere fin da adesso quello di riuscire a dimenticare gli errori col Gela.
Di questo è certo il tecnico dei biancoblù, Marco Rossi, che ha passato ancora una volta in rassegna quello che non ha funzionato nella partita di domenica scorsa contro i siciliani. «Lo avevo detto in settimana che il Gela sarebbe stato difficile da affrontare - spiega Rossi - Giocando come hanno giocato, con un 4-2-3-1, loro avevano l’identikit della squadra che poteva metterci in difficoltà. Avremmo dovuto avere il famoso schermo davanti alla difesa, che però non è riuscito a fare il lavoro che volevo. Se hai un giocatore con determinate caratteristiche, lo sfrutti per l’avvio dell’azione; non avendolo, cerchi di sfruttarlo per la fase di filtro».
A Terni il principio dovrà essere uno soltanto. «Nella nostra situazione, sulle 13 partite che rimangono, dovremmo vincerne almeno la metà. Se si fanno 6 vittorie sicuramente non si arriva ultimi. Il nostro obiettivo resta quello di ottenere la salvezza senza i playout: dopo il pareggio di Cosenza c’era più fiducia in questa possibilità, ma dopo l’1-1 con il Gela se ne ha di meno». L’arrivo di Daniele Conti dovrebbe dare quel pizzico di pepe in più, ma occorre ancora tempo per il giovane palermitano. «Il problema di Conti è che non ha condizione - chiarisce Rossi - In allenamento vedo che si impegna molto, ma è stato 5 mesi fermo, per questo motivo non ha una condizione ottimale, però abbiamo due settimane nelle quali lavoreremo e valuteremo fino alla fine come sta. Abbiamo bisogno di gente che sia mentalizzata».
Rossi proverà qualcosa di nuovo in questi 14 giorni: non vuol far trapelare nulla, ma si sa che la diversificazione spesso è alla base di ogni successo. «In queste settimane penso che qualcosa dovremo cambiare - dice Rossi - Dopo la partita di Foggia si è visto chiaramente che avevamo una superiorità numerica in mezzo al campo che non abbiamo mai sfruttato. Non siamo mai riusciti a sfruttare il “vertice basso” del centrocampo e per questo penso che cambieremo qualcosa. Avendo le alternative in tutte le parti del campo, potremmo sperimentare nuove situazioni tattiche». Schetter, che a Terni non ci sarà, riveste un ruolo della massima importanza nello scacchiere aquilotto, ma non da oggi. «Mi aspetto prima di tutto che il mercato si chiuda alla svelta - spiega in tal proposito Rossi - perché così saremmo tutti certi che Schetter rimanga. Nessuno ha la velocità e la profondità che Schetter può dare alla Cavese».

Share

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl