Melotti subito al lavoro

In foto mister Melotti
In foto mister Melotti

Con la Cavese collocata in ultima posizione non sarà facile ritrovare la concentrazione e la lucidità in così poco tempo. Tuttavia, il nuovo allenatore Mauro Melotti si impegnerà per dialogare con il gruppo e, se necessario, per imporre regole precise all’interno dello spogliatoio. Il tecnico crede nella Cavese perché la squadra che gli è stata affidata ha totalizzato sul campo 26 punti, frutto di 6 vittorie e 8 pareggi.
Il primo compito dell’allenatore modenese sarà, dunque, di ordine psicologico: analizzare la condizione mentale dei giocatori e capire cos’è che li frena nel momento in cui devono fare gioco e proporre le loro azioni in campo. Se tutto ciò dipende solamente dalla classifica oppure deriva da una consapevolezza generale che la qualità tecnica non è eccelsa. E’ dopo che dovrebbero arrivare le giocate: una volta capito il problema psicofisico e motivazionale della Cavese, Melotti avrà sicuramente meno problemi per aiutare i suoi a provare nuove soluzioni tattiche e schemi di gioco.
Melotti è un allievo di Arrigo Sacchi, per questo motivo il suo credo è molto semplice: in fase difensiva ognuno degli interpreti ha il proprio compito, quando invece si è in possesso di palla bisogna sentirsi liberi di esprimere le proprie qualità in campo, cosa che è probabilmente mancata alla Cavese degli ultimi tempi. I 6 punti persi nelle ultime 3 partite per la stessa colpa valgono quanto i 7 di cui la società è stata penalizzata, con il conseguente rammarico che la situazione poteva essere benissimo recuperata.
Melotti già oggi pomeriggio nell’amichevole con la Libertas proverà la Cavese che schiererà in campo in quel di Siracusa. Molti sono i giocatori metelliani che lui ha affrontato quando allenava il Rimini, in particolare Schetter, D’Orsi, Bacchiocchi, Cipriani e Turienzo, per cui sa quanto si può aspettare da loro. Per lui il compito più arduo sarà quello della scelta: fin dal primo allenamento diretto dal nuovo allenatore, i calciatori hanno dimostrato grande determinazione, in particolare nelle partitelle a metà campo, segno evidente che cercano di mettere in difficoltà Melotti per guadagnarsi il posto da titolare.
Tuttavia, il modulo che il tecnico emiliano potrebbe privilegiare è il 4-4-2, con i seguenti capisaldi: sfruttamento delle fasce laterali, incursioni dei terzini e cross per le torri. Due giocatori fondamentali per il gioco di Melotti potrebbero essere Schetter e Piscitelli, entrambi dotati di ottima corsa, sugli esterni; mentre il tecnico potrebbe dare il cambio al centro della difesa a Troise ed in attacco a Camillo Ciano, tra quelli che hanno tirato di più la carretta. E non è da escludere un utilizzo di D’Orsi.

 

Share

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl