Rientra il caso Melotti

In foto mister Melotti
In foto mister Melotti

Mauro Melotti dopo la bruciante sconfitta di Lucca si era dimesso, ma la fiducia ribaditagli da società e squadra lo ha convinto a non mollare. Contro il Lanciano guiderà regolarmente la formazione metellliana. Il caso sembra rientrato.
«Io le dimissioni alla fine della partita di Lucca le avevo date - ha confermato Melotti - per un motivo molto semplice: ero stato chiamato qui per risolvere dei problemi, non ci stiamo riuscendo e mi sembrava onesto e rispettoso, nei confronti del direttore generale, del presidente, e dei tifosi di Cava, rimettere il mandato. Magari questo gesto poteva essere inteso come un abbandono della nave che sta affondando, ma avevo creduto opportuno dare una sferzata alla squadra, per aumentare le responsabilità che io in questo mese non ero riuscito a dare».
Ci sono stati alcuni fattori che hanno poi spinto Melotti a restare al suo posto. «Sono tornato perché le dimissioni mi sono state rifiutate, molto accoratamente, dal direttore, e questo mi rende felice perché, anche se non sono arrivati i risultati, la stima c’è stata. E poi la squadra mi ha dato ampia fiducia: fino a quando sarò qui lotterò fino alla morte per i tifosi di Cava. Da quello che i giocatori mi hanno dimostrato oggi, sento ancora la loro fiducia».
Tuttavia le tre sconfitte consecutive restano pesanti da digerire. «Se devo essere sincero, difficilmente ho perso nella mia carriera tre partite di fila per 1-0, e con il minimo sforzo da parte degli avversari. Noi nel cercare di fare qualcosa abbiamo prodotto il massimo. Comunque abbiamo fatto tre sconfitte su tre, quindi non abbiamo nessuna scusa da accampare: gli unici che non hanno colpe sono i tifosi di Cava, anzi, hanno dei meriti perché hanno fatto sì che questa squadra si iscrivesse al campionato».
In vista della partita di domenica con la Virtus Lanciano dell’ex Camplone, hanno lavorato a parte Schetter, Conti, Piscitelli e Turienzo, ma solo i primi tre dovrebbero tornare presto nel gruppo. Intanto si comincia a parlare di futuro: in attesa di capire se l’esperienza di Giuseppe Spatola e Francesco Maglione a Cava proseguirà anche oltre questo campionato, le ultime indiscrezioni parlerebbero di un interessamento ad investire nella Cavese della Rainone Costruzioni che avrebbe già avuto un abboccamento con il sindaco Galdi.

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl