Rigori maledetti, Cavese disperata

In foto il rigore sbagliato da Camillo Ciano
In foto il rigore sbagliato da Camillo Ciano

Che si sia assistito al festival degli errori, oppure allo show dei portieri, non ha importanza. Quello che conta nella gara tra Cavese e Virtus Lanciano, due formazioni in lotta per obiettivi diversi, è che è finita 0-0. Melotti ripete il gesto di domenica scorsa e consegna le sue dimissioni. Una settimana fa la società le aveva respinte. Ora vedremo se questa settimana le accetterà. 0-0 dicevamo. Un risultato che non aiuta nessuno: la Virtus si stacca di altri 2 punti dal 5° posto e la Cavese, che pure rosicchia un punto al Viareggio, resta laggiù, in fondo alla classifica.
Mister Melotti rivoluziona l’undici di partenza puntando sul giovanissimo Michele Siano e sui fratelli Ciano come titolari. La Cavese comincia la sua partita a ritmi altissimi e la Virtus Lanciano non riesce inizialmente a controbattere. Al 4’, su un calcio d’angolo di Camillo Ciano, il difensore ospite Romito rischia l’autogol nel tentativo di anticipare Bernardo e Chiodini si tuffa molto bene, allontanando il pallone dalla porta. Risponde al 15’ il Lanciano, sempre per un errore altrui: D’Amico perde la palla a centrocampo e consente agli abruzzesi di ripartire, con Titone che calcia di sinistro, sorvolando di pochi centimetri la traversa. Al 26’ si infortuna il portiere titolare Chiodini, uscito a valanga su un cross di Schetter e scontratosi con Antonioli. L’estremo difensore deve lasciare il posto al suo secondo Aridità. Il primo tempo trascorre senza che la Cavese riesca a rendersi particolarmente pericolosa, anzi è la Virtus che ha una grandissima opportunità proprio allo scadere del 45’: su calcio di rigore assegnato per trattenuta di Cipriani a Titone, Di Gennaro calcia centralmente e Pane devia sulla traversa.
Nella ripresa la Cavese prova a fare gioco, ma sbaglia troppo, consentendo alla Virtus di ricompattarsi. C’è qualche tentativo da fuori dei frentani, prima di Sacilotto e poi di Tamasi, ma la squadra di Camplone non crea tantissimo. Solo nel quarto d’ora finale i padroni di casa sono più intraprendenti: al 75’ D’Amico offre un buon pallone per Bernardo, che viene fermato in angolo da Sacilotto, ed all’84’ l’arbitro Saia concede il secondo rigore della partita. Dal dischetto Camillo Ciano, però, si fa respingere il tiro. Un rigore che poteva valere una stagione.

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl