Aquilotto Cavese, presentato il progetto societario e tecnico

Sabato 29 Ottobre, presso i locali del ristorante “San Vito” a Cava de’Tirreni, si è svolta una conferenza stampa indetta dalla Asd Aquilotto Cavese. Durante l’incontro, a cui erano presenti il presidente Riccardo Tanimi, il vice-presidente Francesco Bove e lo staff tecnico della squadra, sono stati annunciati i passi svolti da questa estate sino ad oggi, sia sul piano societario che su quello tecnico, alla vigilia della presentazione ufficiale della squadra avvenuta poi domenica 30 ottobre, presso la tensostruttura dell’ex-Onpi. Sono stati inoltre spiegati programmi e prospettive per il prossimo futuro.

Riccardo Tanimi Adinolfi (presidente A. Cavese) ha fatto il punto sull’attuale situazione. «Il progetto è in continua evoluzione e proprio negli ultimi giorni c’è stato l’avvicinamento di grossi imprenditori, cavesi e non solo, a cui il progetto è piaciuto e mi

hanno assicurato che prossimamente saranno dei nostri. La gente vuol vederci chiaro, ed è giusto. Questo progetto è totalmente innovativo per la città di Cava de'Tirreni». Le dinamiche di questi accordi e del progetto Aquilotto Cavese sono state illustrate dal vice presidente, Francesco Bove, già presidente dell’associazione Sogno Cavese: «Sogno Cavese ha appoggiato totalmente il progetto tecnico/societario, poiché si basa sull'etica e sulla programmazione. In questa fase, parte della società si sta occupando dell'aspetto finanziario, per compilare un Piano per i prossimi 3 anni. Stiamo lavorando sul doppio canale delle sponsorizzazioni e dell'individuazione dei soci. Appena pronto, illustreremo dettagliatamente il progetto, col nostro team di professionisti, agli imprenditori coi quali abbiamo già allacciato contatti e che sin d’ora si sono trovati in pieno accordo coi principi base di etica e pianificazione, e anche sul programma tecnico. Per fine anno – prosegue Bove – prevediamo probabili ingressi di nuovi soci, poi si passerà alla pianificazione della gestione. A. Cavese è un "progetto", che ha l'obiettivo di arrivare alla S.S. Cavese 1919, ma non attraverso il fallimento di quest’ultima. Vogliamo che la Cavese attui un piano di risanamento finanziario».

Si è poi passati alla presentazione del progetto tecnico “Give Me a Chance”. Emilio De Leo, allenatore e direttore tecnico della A. Cavese, fa sapere che il punto di partenza è stata «l’esigenza di evitare gli errori commessi negli anni precedenti, a Cava e non solo, quando non si badava a sfruttare il settore giovanile. I punti cardine su cui si basa il progetto tecnico, spiega De Leo, sono:
- territorialità e relazioni formalizzate, cioè creare un rapporto con le scuole calcio e con i calciatori cavesi;
- la gioventù, infatti la rosa è composta da ragazzi classe ‘89-‘94, per poter attuare un lavoro lungimirante e per dare loro un futuro;
- il recupero del vivaio della Cavese: tanti ragazzi di talento sono stati messi da parte e mi ha fatto piacere coinvolgerli in questo progetto e dar loro la possibilità di riemergere; 
- la destinazione degli investimenti: i ragazzi devono rappresentare una risorsa e non una spesa, in una logica di trasparenza e progettualità.
- Edl Coaching: la nostra metodologia di allenamento; ci avvaliamo di uno staff qualificato, fondamentale per dare garanzie di serietà, anche ai ragazzi, calciatore che decidono di appoggiare questa categoria nonostante i trascorsi in serie superiori.

In prima squadra – prosegue il Tecnico – ci sono 7/8 calciatori cavesi e 5/6 ex settore giovanile della Cavese e poi molti che hanno alle spalle campionati di Serie D, e anche Serie C. Si cercherà di vincolare i calciatori al rapporto con la società da qui a due anni, attraverso scritture private, basate su un rapporto di fiducia tra loro e la società. I primi rapporti con le scuole calcio li abbiamo instaurati con “Alba Cavese” e “Alfonso Di Giorgio”, che ci hanno mandato molti ragazzi in prova. Ragazzi che sono stati selezionati in parte per giocare con A. Cavese e in grossa parte per la Juniores della Cavese, che comunque stiamo "accudendo" noi, dal punto di vista tecnico.  Pietro Matafora (vice allenatore A. Cavese), a chiosa di quanto detto dal tecnico, preannuncia che «dalla prossima stagione costruiremo un contratto che offra un rapporto tra noi e le scuole calcio del territorio, per offrire una vetrina ai ragazzi cavesi. Queste scuole calcio dunque avranno un canale preferenziale per far sì che i loro calciatori possano un giorno giocare con la nostra squadra».

 

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl