Assemblea generale della tifoseria aquilotta

Un passaggio importante, quello fatto ieri sera presso la biblioteca comunale; un momento che potrebbe restare nella storia del calcio a Cava de’ Tirreni. E l’obiettivo è proprio questo: far diventare il calcio per davvero di proprietà dei tifosi. Sogno Cavese ha voluto riunire tutta la tifoseria cavese per esporre un programma di rinascita che, visto l’immobilismo della classe imprenditoriale e la perdita del professionismo, mira a ridare DIGNITÀ alla NOSTRA CAVESE.

Premessa. Nelle Norme Organizzative Interne Federali (NOIF) c’è un articolo, il n.52, che recita:

1. Il titolo sportivo è il riconoscimento da parte della F.I.G.C. delle condizioni tecniche sportive che consentono, concorrendo gli altri requisiti previsti dalle norme federali, la partecipazione di una società ad un determinato Campionato.

10. In caso di non ammissione al campionato di I Divisione e II Divisione (…)  il Presidente Federale, d’intesa con il Presidente della LND, potrà consentire alla città della società non ammessa di partecipare con una propria società ad un Campionato della LND, anche in soprannumero”.
 
Ciò vuol dire che il titolo sportivo è la Città. I suoi tifosi! SIAMO NOI! Ecco perché l’idea che Sogno Cavese ha partorito, in una assemblea degli associati qualche sera fa, è quella di costituire una nuova società di calcio che preveda la partecipazione decisiva dei tifosi al suo interno al fianco di imprenditori (con modalità e “paletti” che sono in via di definizione); e che questa società, in quanto nuova espressione diretta della volontà dei tifosi, richieda l’affiliazione a un campionato della Lega Nazionale Dilettanti. È un passo molto importante, che mai come in questa fase di stallo si rende necessario, per evitare che cali il sipario.

Come però si rende necessario capire anche cosa accadrà alla rediviva, seppur non iscritta, SS Cavese Calcio 1919 srl. Il sig. Spatola non ha ancora reso note le proprie intenzioni in merito ad eventuali iscrizioni del club ad altri campionati; ma i presenti all’incontro si sono dimostrati d’accordo sull’intenzione di chiedere a Spatola la cessione gratuita alla Città di marchio, colori sociali e denominazione. Un passaggio, questo, che verrà effettuato a breve insieme al Sindaco che, dando seguito a quanto dichiarato nell’ultimo comunicato emesso sul caso («Siamo al fianco della tifoseria per ogni ulteriore iniziativa che intenda promuovere, dichiarando fin d’ora la nostra disponibilità ad appoggiarla, per il rilancio del calcio a Cava de’ Tirreni»), si è detto assolutamente disponibile a incontrarci con Spatola per formalizzare questa richiesta. Se questo non fosse però ottenuto, si è spiegato ieri, sarà possibile dare alla nuova società una denominazione provvisoria da scegliere tra le proposte di chiunque. Idem per il marchio che, sia chiaro, vedrà sempre e comunque raffigurato un AQUILOTTO! Il ruolo del sindaco sarà poi decisivo anche per concedere alla nuova CAVESE DEI TIFOSI l’utilizzo del nostro amato Stadio “Simonetta Lamberti”.

Successivamente a questa precisazione sono stati spiegati i passaggi necessari ad ottenere l’affiliazione.
Una volta costituita la nuova società - che per motivi tecnici e gestionali sarà una Società a responsabilità limitata (Srl) – bisognerà compilare una serie di moduli e corrispondere i seguenti contributi economici standard:

-         55,00 € per l’affiliazione alla FIGC;

-         18'000,00 € per l’affiliazione alla LND;

-         31'000,00 € a titolo di fidejussione (è possibile presentare un assegno circolare da sostituire con fideiussione bancaria entro il 30 settembre 2011).

A questi costi standard si applicano dei contributi aggiuntivi in base alla categoria alla quale si vuol richiedere l’affiliazione:

-         300'000,00 € per la Serie D;

-         100'000,00 € per l’Eccellenza;

-          Nessun contributo per le categorie inferiori.

 

I tempi sono ristretti ma si cercherà comunque di puntare quanto più in alto possibile. Servono, in sostanza, 350mila euro per l’iscrizione in D e 150mila per l’Eccellenza.

Come recuperare questi soldi? Sogno Cavese ha indetto una raccolta fondi tra la tifoseria, finalizzata ad iscrivere la NOSTRA CAVESE ad un campionato della Lega Dilettanti. Si aprirà, a partire da Lunedì 19 Luglio 2011, un conto corrente per raccogliere i fondi versati da tutti i tifosi, associati o meno a Sogno Cavese, senza però fissare obiettivi, se non dando l’indicazione dell’ultimo giorno utile per richiedere l’iscrizione in Serie D, che è il 27 Luglio p.v. Saranno chiamati a contribuire, qualora lo vorranno, anche gli esponenti della classe imprenditoriale cavese, i commercianti, tutti coloro che saranno in grado di dar linfa vitale a questa nuova creatura. L’intenzione è di rinascere comunque, UNITI nel nome di una passione. Se saremo in grado di arrivare alla cifra di 300mila euro, si procederà alla richiesta di affiliazione in D. Altrimenti, a scalare verso la categoria che NOI TIFOSI, CON LA NOSTRA SQUADRA, POTREMO PERMETTERCI.

Detto ciò, si è passati a spiegare la fase successiva: la partecipazione dei tifosi alla società. Ci sarà tanto lavoro da fare e Sogno Cavese ha preparato dei moduli sui quali raccogliere le adesioni di tifosi disponibili a dare un contributo non solo economico ma anche e soprattutto pratico alla gestione del nuovo club, ottenendo già dei buoni riscontri. E siccome la nuova Società prevedrà anche la partecipazione dei tifosi, una volta raggiunta l’iscrizione partirà l’AZIONARIATO POPOLARE, grazie al quale sarà possibile finalmente gestire la nostra squadra del cuore. Un passo importante, grande, storico che sarà una pietra miliare nel calcio cavese a prescindere dalla categoria di partenza. LA CAMPAGNA ASSOCIATIVA DI SOGNO CAVESE VA AVANTI e il nostro obiettivo è di ampliare al massimo la partecipazione a Sogno Cavese: PIÙ SAREMO, PIÙ IDEE SI CONFRONTERANNO, PIÙ FORTI E DECISIVI RISULTEREMO!

 

Durante la serata si sono poi susseguiti interventi di alcuni tifosi presenti che, con le loro critiche e osservazioni, hanno permesso di chiarire (si spera una volta per tutte) il ruolo di Sogno Cavese nel suo primo anno di vita, le cose fatte, quelle non fatte e che si potevano fare, quelle non fatte perché tecnicamente non fattibili. Franchino, Gianluca, Antonio, Massimo, ci hanno mosso critiche o elogi, esprimendo opinioni e punti di vista che, siamo sicuri, ci aiuteranno a crescere. Aiuteranno a crescere NOI TIFOSI DELLA CAVESE, perché SOGNO CAVESE sono I TIFOSI...E LA CAVESE SIAMO NOI!

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl