La Cavese appesa ad un filo

©foto di Michele Sica/TuttoCavese.jimdo.com
©foto di Michele Sica/TuttoCavese.jimdo.com

La situazione societaria in casa Cavese rimane critica per non dire disperata: entro oggi sarebbe necessario provvedere al pagamento degli stipendi ai calciatori e ai dipendenti della societá per evitare di incorrere in penalizzazioni o in altre sanzioni aggiuntive, e questa prima scadenza è saltata.
Secondo indiscrezioni, però, alcuni imprenditori - si riparla di Giovanni Lombardi ma anche di un misterioso industriale di Vallo della Lucania - sarebbero stati contattati dal sindaco Galdi e pare anche dal presidente della Provincia Cirielli per assicurare, sotto forma di sostanziose sponsorizzazioni, un concreto aiuto economico al sodalizio metelliano.
Quanto invece all’associazione "Sogno Cavese", essa sosterrá - di concerto con l’amministrazione comunale di Cava - solamente iniziative economiche legate alla programmazione e alla sponsorizzazione per cercare di ridonare alla Cavese che verrá una certa credibilitá in ambito amministrativo. Il presidente Francesco Bove non vuole che tutta questa mobilitazione venga intesa come una seconda colletta popolare.
«Se parliamo di corsa contro il tempo - ammette Bove - cioè, se parliamo della necessitá di una sponsorizzazione per salvare la Cavese, troveremo molteplici porte sbattute in faccia, invece quello che speriamo si possa fare è che possiamo coinvolgere gli imprenditori attraverso i pacchetti di sponsorizzazione per individuare un obiettivo. La sponsorizzazione non è un obiettivo finale, ma lo strumento attraverso il quale raggiungere quell’obiettivo».
Un altro passaggio che fa Francesco Bove è inerente alle prime garanzie che devono essere rispettate, ossia il pagamento degli emolumenti ai tesserati e l’iscrizione al prossimo campionato della Cavese: «Solo l’attuale proprietá può rispettare queste scadenze. Una delle condizioni necessarie affinché "Sogno Cavese" con l’amministrazione e con parte della tifoseria possano aderire, è proprio il rispetto di queste scadenze. Tuttavia, qualora dovessero mancare le condizioni narrate, ogni sforzo sarebbe superfluo, quindi "Sogno Cavese" mollerebbe gli ormeggi e saluterebbe i naviganti».
Il rispetto della prima scadenza diventa di difficile attuazione in quanto il patron della Cavese Giuseppe Spatola ha ribadito di «non essere più disponibile a versare altri soldi oltre a quelli giá pagati per sostenere le spese della societá», quindi mancando Spatola, che è socio al 95%, difficilmente si arriverá all’obiettivo.
«Spatola è il socio di maggioranza della Cavese Calcio - ha detto Bove - ma ovviamente noi siamo e saremo sempre un’associazione di tifosi, e non abbiamo capitale per poter investire. Solo tramite un progetto cercheremo di coinvolgere gli imprenditori, ma in pochissimi giorni l’associazione non riuscirá a recuperare tanti soldi. Ognuno deve assumersi le sue responsabilitá».
Intanto, i tesserati che hanno fatto parte della Cavese dell’ultimo campionato cominciano giá a guardarsi intorno: mister Dellisanti allenerá la Fortis Trani in D.


Orlando Savarese, laCittà

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl