Riecco la Cavese 1919

La S.S Cavese 1919 è ufficialmente ritornata. E' questa la grande notizia emersa ieri dalla conferenza stampa di presentazione indetta da Gino Montella, neo presidente della società biancoblu. Montella ha
sottoscritto un contratto di locazione per tre anni del marchio della S.S CAVESE 1919 con l'amministratore unico della società Michele Sica. Un operazione che ricorda in tutto e per tutto quella della Salernitana di
Lotito con l'Energy Power. "Sono riuscito a realizzare un obiettivo che mi ero prefissato da un anno - ha dichiarato Montella - riportare l'aquilotto al Simonetta Lamberti. La città di Cava De Tirreni ha subito un'umiliazione esagerata e non era ammissibile continuare in queste condizioni. Con l'amico Michele Sica abbiamo subito raggiunto un accordo ed ora tutto è ritornato alla normalità, i tifosi hanno di nuovo la loro Cavese e potranno tornare a popolare lo stadio". E' un fiume in piena il massimo dirigente metelliano, che durante la conferenza stampa ha voluto al suo fianco anche i pilastri della dirigenza del Città De la Cava come Raffaele Paolillo e Teresa Di Salvio che resteranno in società con una quota di minoranza: "Domenica ho ricevuto una telefonata da parte di Alessandro Di Marino che mi ha chiesto di coprire la fidejussione per garantire la Serie D alla società. Io ho la Cavese nel cuore e non ci ho pensato su due volte, ho contattato due amici imprenditori, uno laziale e uno toscano, che mi hanno immediatamente affiancato. Mi sono lanciato in questa avventura a capofitto, potendo godere del supporto di un grande amico, quel Ermanno
Pieroni che mi è sempre stato vicino con la sua competenza calcistica e la sua grande umanità. Voglio ringraziare la vecchia società che ha compiuto un vero e proprio miracolo ed è per questo che li ho voluti al mio fianco anche in questa avventura". La parola d'ordine della nuova Cavese
sarà "progettazione": "Abbiamo intenzione di muoverci per gradi - ha continuato Montella - non vogliamo fare proclami, l'obiettivo è quello di raggiungere il professionismo in tre anni, ma vista la riforma dei campionati nulla ci vieta di pensare che i tempi potrebbero assottigliarsi. Tuttavia l'obiettivo di quest'anno è lavorare bene, lanciare tanti giovani e cercare di ottenere il massimo possibile con il budget limitato che abbiamo a disposizione". Presentati anche il neo allenatore Tommaso Volpi, che sostituisce Mario Pietropinto, e il nuovo direttore sportivo Mario Cianciulli. Due uomini di fiducia non di Montella, ma dello
stesso Pieroni: "Sono sincero, non conoscevo Volpi e Cianciulli - ha dichiarato il presidente - ma il mio amico Pieroni mi ha consigliato di scommettere su di loro a scatola chiusa. Vista la grande stima che mi lega ad Ermanno li ho ingaggiati immediatamente. Al mister Pietropinto va un mio grandissimo ringraziamento, un uomo di grande spessore e professionalità che apprezzo tantissimo. Nel calcio poi si fanno delle scelte, ma la stima resta intatta". Mister Volpi è sembrato molto carico ad affrontare la sua prima avventura in una squadra del Sud Italia: "Avevo già preso un accordo con la Sant Egidiese, ma quando è arrivata la chiamata di Montella non ho potuto dire di no. Cava è una piazza spettacolare che mi carica tantissimo e che affronterò con il massimo impegno. Pratico un calcio molto offensivo, il mio modulo è il 4-3-3 o il 4-3-2-1, poi ovviamente mi adatto al materiale che avrò a disposizione. Cercherò di lanciare molti giovani, ma allo stesso modo mi porterò dietro due-tre fedelissimi, senza dimenticare alcuni dei giocatori già presenti in
rosa che sono sicuramente già pronti ad affrontare un campionato come la Serie D". Della stessa opinione anche il direttore sportivo Mario Cianciulli. che non ha espresso la minima preoccupazione per il ritardo con il quale partirà questa nuova avventura: "Partire il 27 luglio per me è la normalità, per cui non ho nessunissimo problema. Giocatori ex Cavese interessati a tornare? SI ce ne sono stati diversi che si sono offerti, e credo che qualcuno di loro verrà ingaggiato sicuramente. Ercolano? Forse, ma sono veramente tantissimi i giocatori che stiamo vagliando. Posso dire che quasi sicuramente ingaggeremo Raso dell'Arezzo e Caligiuri, due fedelissimi del mister. Ma ci sono anche altri nomi in ballo, come Biso che l'anno scorso giocava in B a Frosinone. Il budget basso che avremo non è un limite ma uno stimolo: io ho sempre creato squadre competitive con cifre inferiori ai 200.000 euro. Io dico sempre che il giorno in cui avrò un milione di euro a disposizione per fare una squadra retrocederò immediatamente, perché ormai per me è naturale lavorare sull'unghia". E' nata ieri la nuova Cavese, quella delle intenzioni, quella della passione, ma sopratutto quella dei fatti.

 

Fernando Siani, ilRoma

1ª Giornata

Agropoli Due Torri -
Cavese Rende -
Hinterreggio Messina -
Noto Montalto -
Orlandina Licata -
Pomigliano Akragas -
Ragusa Battipagliese -
Savoia Torrecuso -
Vibonese Nuova Gioiese -
CLASSIFICA PT
Agropoli  

Akragas Città dei Templari

 
Battipagliese  
CAVESE 1919  
Città di Messina srl  
Due Torri  
Hinterreggio Calcio srl  
Licata 1931  
Comprensorio Montalto Uff  
Noto  
Nuova Gioiese  
Orlandina ASD  
Pomigliano Calcio  
Ragusa Calcio  
S.S. Rende  
Savoia 1908 S.R.L.S.S.D.  
Torrecuso Calcio  
Vibonese Calcio srl